CAI Gavardo

TREKKING DI PRIMAVERA: Via degli Dei (22-26 maggio)

Il trekking comincia partendo da Brescia in treno per Bologna.

Tutti entusiasti passando per  piazza Maggiore al colle di S. Luca.
Percorrendo 6 tappe: Badolo- Madonna dei Fornelli-passo della Futa- San Piero a Sieve- Fiesole.
Venerdì si scende da Fiesole arrivando in piazza della Signoria a Firenze, meta finale del nostro trekking. Tempo bellissimo, anche se un po' afoso, ambiente di grande interesse naturalistico, storico e artistico. Compagnia affiatata, aiutata anche dalla buona cucina locale.
Km percorsi 137, dislivello totale 4239 m. Un grazie a tutti e un arrivederci alla prossima.






Cima di Somale  14 maggio 2017  

L’escursione ha visto la partecipazione di 19 soci, tutti in vetta.

La prima parte si è svolta su facili mulattiere, mentre da Malga Stabio in poi il tracciato è stato abbastanza impegnativo, su un ripido pendio erboso con deboli tracce e la presenza qua e là di qualche macchia di neve a mezzacosta, da attraversare con la dovuta prudenza.

Queste condizioni del terreno ci hanno fatto decidere di fermarci sulla prima delle due cime previste (Cima di Somale) rinunciando al lungo trasferimento in cresta alla Guardia Alta……….. decisione che si è rivelata felice visto il violentissimo temporale che si è abbattuto in zona nel momento esatto in cui giungevamo alle auto, e che diversamente ci avrebbe colpito sul sentiero di discesa, con poche possibilità di riparo !





Pulizia sentieri 13 maggio 2017

Una ventina di volontari si sono presentati sabato all’appuntamento con la giornata di manutenzione dei sentieri. Il grosso del gruppo si è concentrato sulla pulizia del cocuzzolo dei tre cornelli dove in piccola parte aveva lavorato il comune. Bellissimo il risultato con la croce che svetta senza essere seminascosta dagli alberi e con una bellissima vista da là fino al lago. Un altro gruppo ha finito il lavoro iniziato l’anno scorso terminando la pulizia e la segnatura del sentiero 502 che parte da S.Carlo va in Tesio e poi Pra da Bogno e ritorno. In due abbiamo accompagnato nella pulizia e segnatura dei volontari che stanno creando un nuovo sentiero chiamato del Carso Bresciano contraddistinto dal n.530 e insiste in parte sul nostro 502 e in parte sul 503. Un ultimo gruppo si è impegnato sul 504 che da Sopraponte sale in Magno e Selvapiana. Un grazie di cuore a tutti, credo sia importante avere i nostri sentieri in ordine così da agevolare qualsiasi escursionista a percorrere questi tracciati senza trovare alcuna difficoltà. Naturalmente l’invito a darsi da fare in questo ambito è rivolto a tutti anche a chi non ha mai partecipato, se poi qualcuno volesse “adottare”un sentiero o un tratto di sentiero e tenerlo in ordine sarebbe il massimo. 

 Grazie.  Angiolino





S. Romedio 7 maggio 2017

Bella escursione quella di oggi del gruppo Joelette al santuario di S.Romedio in val di Non. Più di 20 partecipanti allietati da una bella giornata di sole in barba alle previsioni hanno accompagnato la nostra amica Vanessa al bellissimo santuario presso il quale a ricordo della leggenda vive un orso che senza vergogna si è mostrato a tutti in tutta la sua maestosità anche se visibilmente triste per la sua situazione di cattività. Data la vicinanza abbiamo fatto visita anche al bel castello di Thun completando così, anche con un tocco di cultura storica la nostra escursione. Alla prossima…









DIVERTESIO 2017   7 Maggio 2017

Si è svolta domenica 7 maggio la prima DIVERTESIO, giornata all'aria aperta sui sentieri del Tesio, organizzata da Comitato Genitori, CAI e gruppo Alpini e dedicata ai bambini ed alle famiglie della scuola primaria.

Come Cai ci siamo dedicati ad accompagnare un gruppo di 35 bambini delle classi prime e seconde in un’escursione prima alla madonnina della Valsorda e successivamente verso Serle per la visita ad una fattoria con numerose mucche ed altri animali. Le condizioni fangose e scivolose del sentiero, dovute alla pioggia dei giorni precedenti, non hanno costituito una difficoltà, ma al contrario una sfida supplementare stimolante per i piccoli escursionisti.

Contemporaneamente i bambini più grandi erano impegnati in una gara di regolarità a tempo segreto organizzata e gestita dal sempre efficiente gruppo Alpini di Gavardo.

La giornata è stata un’occasione per promuovere la sana attività all’aria aperta per i nostri bambini ed indirettamente anche un modo per farci conoscere come associazioni e mostrare alcuni dei nostri sentieri.
Crediamo inoltre che sia dimostrata un esempio di felice collaborazione tra più realtà associative del nostro territorio a favore del coinvolgimento di famiglie e bambini.

Nonostante il meteo poco favorevole l’adesione è stata buona e l’ottima riuscita di questo evento ha convinto la Scuola Primaria a dare un appoggio ufficiale ed organizzativo per la futura edizione 2018.





Ciaspolata e scialpinismo 2 Aprile 2017 a Cima Roma

L'escursione a Cima Roma si è svolta in maniera positiva sia per la soddisfazione mostrata dai partecipanti e della loro preparazione,sia per il tempo meteorico che ci ha concesso condizioni accettabili sin dal mattino,anche se col passare delle ore proprio in direzione della vetta le condizioni si sono un pò guastate .Ottima è stata la compagnia di un gruppo di ragazzini che anno condiviso con noi e le loro guide il tragitto ed il traguardo della vetta.

Il numero di partecipanti è stato modesto (una decina) proprio per l'inclemenza delle previsioni metereologiche di quel periodo.








Giornata della Memoria 27 gennaio 2017

Bella e partecipata serata venerdì 27 gennaio, sulla figura dell'alpinista/scrittore Ettore Castiglioni, organizzata in collaborazione con il Comune in occasione della Giornata della Memoria. Forte arrampicatore e scrittore di guide alpinisti che, Castiglioni negli anni 1943-44 contribuì alla fuga attraverso le montagne verso la Svizzera di centinaia di ebrei e perseguitati. I due giovani registi padovani Andrea Azzetti e Federico Massa ci hanno portato alcuni spezzoni del loro film OLTRE ILCONFINE di prossima uscita e ci hanno affascinato con il racconto del loro progetto e del loro lungo e appassionato lavoro. In un ideale gemellaggio con il CAI di Tregnago (VR) suo paese d'adozione, abbiamo ascoltato alcuni brani tratti dai suoi diari, la cui bellezza e profondità ha toccato tutti i presenti.






Punta Larici 22.01.2017
 
Prima escursione in calendario, 13 i partecipanti.
Nonostante il sentiero molto ripido tutti hanno raggiunto la cima.
La giornata limpida ci ha consentito di godere di uno spettacolare panorama
sul lago di Garda e il clima mite ha favorito una sosta all’insegna di chiacchiere
e risate.
 
Santuario di Conche 26-02-2017
 
Numerosi i partecipanti a questa escursione,ben 19.
Il gruppo dei più allenati ha raggiunto anche la cima del monte Conche,mentre gli altri optavano per evitarla e dirigersi direttamente al santuario. Ci siamo poi ricongiunti per pranzare in compagnia.
Tempo bello ed escursione molto apprezzata

Fornel in Valvestino 7 marzo 2017 

Il tempo malevolo non aiutava. La strada infinita piena di curve per raggiungere il punto di partenza, nemmeno. Ciò nonostante, la mia prima gita da accompagnatrice si è conclusa bene: 13 partecipanti, nessun ferito, dispersi non mi pare. 

Il percorso si snoda lungo la valle del droanello, toccando punti di interesse come i fienili di Fornel e il piccolo borgo di Cadria. 
Qui un signore del posto ci ha gentilmente aperto le porte del suo fienile cosicché potessimo rifocillarci al riparo dal vento gelido.
In seguito il sentiero scende fino al ruscello Droanello che, a causa di precedenti piovaschi, era piuttosto carico d'acqua. L'abbiamo attraversato svariate volte, su appoggi di fortuna non a tutti simpatici. 
Quindi ci siamo immessi sulla carrareccia di andata, concludendo un piccolo anello di 19 km.





RELAZIONE SULLA GITA “MONTE PREALBA” – 12 marzo 2017

  • ·         Punto di ritrovo e partenza: Gavardo, presso parcheggio “Family market”, alle ore 8:30.
  • ·         Partecipanti: 18 persone.
  • ·         Descrizione percorso: giunti in località “S. Andrea”di Agnosine (BS), ci siamo messi in cammino. Il tempo, con cielo velato e con clima freschino, ci è stato di aiuto nella prima parte del percorso, che si è presentato subito con delle salite brevi ma abbastanza ripide.

Durante il tragitto si poteva iniziare a vedere la “Conca d’oro”, nella sua bellezza e vastità. Man mano si saliva e si entrava nei tratti boschivi di faggeti, si arrivava sulla cresta della montagna che fa da spartiacque tra la Vallesabbia e la Val Gobbia.

Giunti sulla cima abbiamo potuto contemplare il paesaggio del lago di Garda, il territorio trentino e il Gruppo della Presolana. Ci siamo soffermati brevemente sulla cima per riprendere fiato, poi abbiamo iniziato la discesa fino all’Eremo di S. Vigilio, costruzione risalente al 500. Qui abbiamo sostato per riprendere il fiato e poter consumare il pranzo al sacco.

Il sole era caldo, ma l’aria frizzante non permetteva a tutti i partecipanti di spogliarsi troppo. Eravamo a quota 1120 m.

Ripartiti, ci siamo incamminati verso i piani di “Lo”, rinomata località per i paesi limitrofi Bione, Agnosine, Odolo…), da dove poi abbiamo proseguito verso S. Andrea, inizialmente lungo un sentiero nel primo tratto di bosco e poi costeggiando la montagna, godendoci il panorama della Conca d’oro, fino alla postazione delle nostre auto.

Durante il percorso e a gita conclusa mi sono informato se i partecipanti avessero apprezzato la giornata: escludendo le lamentele consuete dovute allo scarso allenamento o agli acciacchi dell’età, nel complesso tutti mi sono sembrati soddisfatti, soprattutto per aver scoperto una località per alcuni nuova.

Per quanto riguarda il percorso, purtroppo il frequente passaggio di moto “trial”  e la corrosione del terreno dovuto alle piogge, in certe zone hanno scavato il terreno rendendolo simile a delle trincee.

Il capogita

Prunetti Adriano